mercoledì 1 dicembre 2010

Animali che uccidono in Africa

Sicuramente un elemento sorprendente, e meraviglioso, del continente africano è la grande varietà e quantità di animali. Le differenze geomorfologiche del suo territorio, la scarsa densità abitativa, la presenza di foreste e savane quasi incontaminate, la presenza di lunghi corsi d'acqua e un clima ideale, favoriscono la vita di molte specie animali. L'Africa ha sempre rappresentato, per i suoi habitat e la sua biodiversità, il luogo ottimale dove studiare e documentare specie animali spesso uniche al mondo.
Come tutte le cose belle- gli animali danno da vivere grazie alla caccia e hanno permesso, in tempi recenti, lo svilupparsi di grandi parchi protetti e quindi di lavoro e turismo - vi sono anche degli aspetti negativi che coinvolgono gli uomini.
In Africa le persone muoiono anche per l'attacco degli animali. Resta chiaro che gli animali attaccano (contrariamente agli uomini) solo per difendersi o per fame.
Un programma televisivo sulla natura ha stilato una classifica degli animali più pericolosi (mortali) d'Africa.
Eccola:

1- Coccodrillo
- il Coccodrillo del Nilo (Crocodylus niloticus) il più diffuso in Africa (vi sono anche varietà di Coccodrillo nano africano) può pesare fino a 1200 kg ed essere lungo fino a 6 metri. Vive per oltre 50 anni, in quasi tutti gli specchi d'acqua e diventa pericoloso - nonostante non sia comune l'attacco all'uomo - per chi si bagna o per le donne che lavano la biancheria nei pressi dei fiumi.
I coccodrilli vivono - con specie diverse - in tutto il mondo.

2- Ippopotamo (Hippopotamus amphibius)- vive solo in Africa, ben sotto il Sahara, con l'unica eccezione della valle del Nilo, fino a Karthoum. E' un animale che attacca se si entra nel suo territorio, e contrariamente a quello che si immagina guardando la sua mole, è velocissimo.


3- Mamba nero - (Dendroaspis polylepis) il Black Mamba è ritenuto il serpente più velenoso al mondo (è chiamato anche il "serpente dei 7 passi", ovvero quelli che si riescono a fare prima di morire). Vive in tutta l'Africa meridionale, il suo veleno è un neurotossico che in pochissimo blocca le terminazioni nervose cardiache. Lungo anche fino a 4 metri, in realtà è di colore grigio-verde, mentre il nome deriva dall'interno della sua bocca che è appunto nera. E' velocissimo.


4- Leone - (Panthera leo) il re della foresta vive esclusivamente in Africa ( fatto salvo un piccolo gruppo di 200-300 esemplari in India nel Parco Nazionale Gir in Gujarat). L'attacco all'uomo, in carenza di selvaggina non è infrequente. Nel sud della Tanzania negli ultimi 10 anni sono stati 600 i morti per attacco di leoni.

5 - Vipera del Gabon (Bitis gabonicus) - è un serpente dal corpo tarchiato che raggiunge anche i 2 metri. Vive solo in Africa centrale. Non attacca facilmente, prima di farlo emette un forte sibilo profondo. Il suo veleno è mortale se non si tratta il morso (che è ritenuto il più doloroso) immediatamente.

6 - Iena - in particolare la Iena maculata (Crocuta crocuta) appartiene alla famiglia dei cani. Vive quasi esclusivamente in Africa (la Iena striata vive anche in Asia meridionale). Attacca l'uomo solo se ferita e senza cibo. La sua caratteristica è che, contrariamente agli altri predatori, comincia a mangiare la preda prima di averla uccisa.

7 - Bufalo cafro - (Syncerus caffer). Il Bufalo africano è l'unico mammifero africano che assomiglia ai bovini domestici. Può arrivare vicino ai 700 kg di peso ed ad una lunghezza di oltre 3 mestri. I bufali caricano a volte senza ragione, e possono raggiunge anche i 50 km orari.

8 - Scorpione - (Butidi e Scorpionidi) - Vi sono tantissime specie diverse, ma sostanzialemente quelli più piccoli e chiara (scorpione pallido) sono i più pericolosi per l'uomo (il loro veleno può provocare arresto-cardiaco). Viceversa quelli grandi e neri hanno veleno meno potente e la puntura si risolve con un grande dolore.

9 - Rinoceronte - i rinoceronti che vivono in Africa sono di due tipi: quello nero (Diceros bicornis) e quello bianco (Cerototherium simum). Quello bianco è più grande può raggiungere oltre 2 tonnellate di peso). Gli attacchi dei rinoceronti, con il loro grande corno frontale, sono mortali anche grazie alla loro velocità che può raggiungere i 60 km orari.

10 - Vedova nera (Latrodectus mactans) - il morso della vedova nera, una delle tante specie di ragni delle a famiglia delle terididi, può essere mortale per gli uomini. Il nome deriva dal fatto che talvolta la femmina (che è la sola ad avere il veleno) avvelena, e divora, dopo l'accoppiamento, il suo compagno.

Questa è la lista che è stata proposta. Sinceramente non sono in grado di valutare se è esatta e completa. La questione è evidenziare come vivere in Africa (fuori dalle grandi città) comporta anche dei rischi aggiuntivi come quelli evidenziati in questo elenco. Lo sanno bene i popoli che abitano le savane, le foreste e i deserti. A farne le spese spesso sono i bambini che, grazie alla loro curiosità, finiscono con mettere mani, piedi o lo stesso corpo, in luoghi dove abita qualcuno di questi animali.

16 commenti:

pippi25071958 ha detto...

L'Africa prima dei suoi animali pericolosi è uccisa dai Paesi industrializzati, che ne fanno una pattumiera, per cui l'animale più feroce dell'Africa è senz'altro l'uomo bianco...

Gianfranco Della Valle ha detto...

Grazie per il tuo commento. Ovviamente, concordo, gli animali sono l'ultimo dei problemi dell'Africa. Il mio blog vuole però affrontare l'universo Africa sotto tutti gli aspetti. Ho parlato di cose atroci che accadono, di grandi problemi, di speranze, di prospettive, di bellezze e perchè no, di animali. Io dire che l'animale più pericolo dell'Africca è senz'altro l'uomo, però tralascerei il colore, perchè se l'uomo bianco ha devastato l'africa, l'uomo nero l'ha aiutato, e molto.
Ciao, Gianfranco

Anonimo ha detto...

L'Africa prima dei suoi animali pericolosi è uccisa dai Paesi industrializzati, che ne fanno una pattumiera, per cui l'animale più feroce dell'Africa è senz'altro l'uomo bianco... CONCORDO!!

Anonimo ha detto...

Ho letto,non ricordo se su wikipedia o da qualche altra parte,che se si interviene tempestivamente (e si sa come intervenire) è possibile salvarsi dopo essere stati morsi da un mamba,inoltre ho letto anche che il mamba è il serpente più pericoloso al mondo perchè unisce al suo veleno micidiale,anche grande velocità,come anche tu hai detto,e grande aggressività,però mi sembra di aver appreso che in Asia e in Australia esistono serpenti che sebbene siano meno pericolosi perchè più lenti e molto meno aggressivi,possiedono un veleno ancora più potente di quello dei mamba.Naturalmente io non sono un esperto e potrei sbagliare e comunque se anche ciò che ho detto fosse vero il mamba rimarrebbe il serpente più pericoloso al mondo e forse il più velenoso dell'Africa ad ogni modo ringrazio l'autore dell'articolo e spero di aver dato una mano.

Gianfranco Della Valle ha detto...

Grazie per il tuo commento. Nemmeno io sono un erpetologo e non sono in grado di stilare una precisa lista dei serpenti velenosi. Anch'io ho letto che in Australia esistono serpenti ancora più velenosi. Così come credo che la neurotossicità del veleno del mamba colpisca il sistema cardio-respiratorio nel giro di 15-20 minuti, nella stragrande maggioranza dei casi un tempo troppo "veloce" per intervenire.
Ho solo ben in mente i danni da morsi di serpenti anche meno velenosi in Africa!
Ancora grazie
Gianfranco, Sancara

Anonimo ha detto...

Ringraziandoti ancora sia per l'articolo che per la tua disponibilità e la tua educazione,ti dico che hai prorio ragione!Piuttosto che stare a chiedersi se il mamba è o non è il serpente più velenoso al mondo,è MOOOLTO meglio stare alla larga...

Gianfranco Della Valle ha detto...

Hai proprio ragione. Devo dirti che trovarsi a contatto con un serpente velenoso è sempre un'esperienza "particolare", anche se sei distante e "al sicuro". Ricordo alcuni incontri con un mamba verde, che gironzolava su un mio albero di papaya (per settimane quasi non mi sono avvicinato) e con un cobra nero lungo il sentiero verso il fiume. Lui si è alzato, io sono rimasto immobile per alcuni lunghissimi secondi.... poi per fortuna è andato per la sua strada. Sono animali che però mi affascinano....
Ciao e grazie
Gianfranco, Sancara

Anonimo ha detto...

Non sono mai stato in Africa e ad essere sincero mi muovo pochissimo anche da casa mia,però devo dire che questi animali affascinano anche me. In vita mia ho fatto pochissimi incontri con vipere o altri esemplari non velenosi (tre o quattro in tutto) e soltanto in un caso si trattava di una vipera,animale velenoso certo, ma davvero poca cosa rispetto ad un cobra o un mamba considerando tra l'altro che si trattava di una vipera "Italiana".In ogni caso ho molto rispetto anche per le "nostre" vipere,solo che in casi come il mio (ridicoli rispetto alle tue esperienze),non si ha la sensazione di "possibile morte"

Anonimo ha detto...

se sto diventando troppo invadente con i miei commenti (con questo sono quattro) e sto dando fastidio,qualcuno me lo dica per favore

Gianfranco Della Valle ha detto...

Assolutamente no, non sei invadente. Un blog serve anche a confrontare idee e opinioni, nonchè a raccontare e commentare post.
Grazie ancora per il fatto di seguire Sancara.
Gianfranco, Sancara

Anonimo ha detto...

VOTIAMO 4 SI AL REFERENDUM,è QUESTIONE DI VITA O DI MORTE!!!

Anonimo ha detto...

e facciamo fare altrettanto a tutti i nostri amici e parenti !!!

Anonimo ha detto...

è vero che a differenza di altri animali i coccodrilli non rischiano l'estinzione?
Antonio

Anonimo ha detto...

Grande Jan...ti ringrazio in primis per quello che stai facendo, e per le nozioni che dai...fai concorrenza a Licia Colò o a Wild stesso...congratulazioni.Scherzi a parte, immagino solo purtroppo la bellezza delle savane stermiante con gli animali che scorrazzano liberamente e che creano la bellezza della natura "incontaminata" dell'Africa, il clico complesso della vita.
Sarebbe bello e spero tu lo faccia, metti in rete anche una classifica degli animali in estinzione...Grazie per tutto, un caro saluto, Franco Mannocci

Gianfranco Della Valle ha detto...

Grazie Franco! I complimenti fanno sempre piacere. Cmq se guardi la sezione Animali di Sancara (barra in alto) troverai i post sugli animali in pericolo di estinzione in Africa (purtroppo anche di qualcuno già estinto).
Ciao e a presto
Gianfranco

Anonimo ha detto...

NN UCCIDETE...............

Posta un commento