martedì 31 gennaio 2012

Libri: La terrazza proibita

La terrazza proibita. Vita nell'harem è un libro autobiografico scritto da una delle voci  più interessanti del maghreb, la sociologa e scrittrice marocchina Fatema Mernissi pubblicato da Giunti, nella collana Astrea, nel 1996.
Il libro racconta la storia dell'autrice, nata a Fez nel 1940, all'interno di un harem. E' una memoria d'infanzia (l'autrice nasce nel 1940 e cresce nell'harem del padre e dello zio) che oscilla tra un forte legame con la tradizione e la cultura araba da un lato, e la ricerca della modernità dall'altro. Ne esce una biografia delicata, sensibile, a volte giocosa e affascinante, altre cupa e drammatica.
Fatema riesce a sfatare il mito dell'harem, sia nelle sue connotazioni negative, facendolo apparire un luogo del quotidiano e di formazione, sia in quelle - soprattutto maschili- che lo idealizzano come regno del piacere (gli uomini della casa sono tutti monogamici e spesso "tiranneggiati" dalle mogli).
L'autrice resta comunque sempre legata alla sua cultura d'origine che difende nei suoi aspetti più veri.
La storia è centrata sul luogo della terrazza che sovrasta la casa- che dà il titolo al libro - che rappresenta il simbolo dell'evasione, del contatto con il mondo esterno, ma anche del proibito e della trasgressione.
Parallelamente alla vita - forse un pò ovattata all'interno delle mura di casa -  si svolgono le vicende politiche e sociali che portarono all'indipendenza del Marcocco e di cui gli uomini di casa, sono a loro modo, protagonisti.
La Mernissi guida il lettore verso una intima conoscenza delle tradizioni e della cultura araba (bello il racconto sull'hammam e sulla ricerca della bellezza al femminile), svelandone i segreti attraverso gli occhi di una bimba che deve crescere e comprendere la realtà in cui vive, spesso nelle difficoltà. Sarà infatti la madre a suggerirgli come comportarsi,"devi imparare a gridare e protestare, proprio come hai imparato a camminare e parlare. Piangere davanti agli insulti è come chiederne ancora", gli dice in un difficile momento.
Un bel libro, per capire un mondo a voltem, per noi, molto lontano.


Fatema Mernissi, è nata da una famiglia borghese a Fez nel 1940. Studia in Francia e negli Stati Uniti. Oggi insegna Sociologia all'Università Mohammed V di Rabat. E' ritenuta una grande studiosa del Corano, su cui svolge attività di ricerca in ambito internazionale, in particolare sul ruolo della donna (viene ritenuta una "femminista islamica"). Il suo impegno è massimo nella ricerca di relazioni tra i popoli del Mediterraneo, convinta sostenitrice della necessità di integrare culture e conoscenze. Ha pubblicato oltre a qualche romanzo, soprattutto saggi sull'islam e il ruolo delle donne nella cultura mussulmana.





Vai alla pagina di Sancara su Libri sull'Africa

1 commento:

Paola Caruso ha detto...

Prova di prestito

Buongiorno cari amici,

Vorrei condividere una gioia con voi, non credevo al prestito di denaro tra privati, ma un giorno un'amica mi ha consigliato una prestatrice particolare, ho avuto la buona persona una prestatrice onesta particolare che cercavo da anni.
Ho ottenuto il mio prestito che lo permette di bene vivere attualmente. Pago regolarmente le mie mensilità,
Potete contattare se siete nella necessità di un prestito per diverse ragioni, due dei miei colleghi hanno anche ricevuto prestiti senza alcuna difficoltà.
Ecco il suo e-mail carinabaur1@gmail.com

Per tutti i vostri soldi ha bisogno di contatto: carinabaur1@gmail.com

Posta un commento