martedì 29 ottobre 2013

Ghadames: la perla del deserto

Ghadames è una città che sorge in un oasi del deserto della Libia, al confine con Algeria e Tunisia. La sua posizione strategica, di avanposto fortificato in area pre-desertica, l'hanno fatta diventare, nel corso dei secoli, un importante centro commerciale sulle rotte carovaniere.
E' ritenuta la più antica città pre-sahariana, le cui origini risalgono alla città di Cidamus di epoca romana (20 a.C.). E' stata nel corso degli anni occupata da bizantini, dagli arabi, dai grandi imperi islamici, dai turchi, dagli italiani e dai francesi, i quali hanno lasciato la loro grande o piccola impronta.
La sua importanza è anche di tipo architettonica, grazie alla suddivisione degli spazi nel senso verticale e legato alle sue funzioni.
Oggi è una cittadina nell'oasi omonima, circondata da immense dune desertiche, di circa 10 mila abitanti, distribuiti tra berberi sedentari, arabi e tuareg.
Nel 1986 la città antica (centro storico) è diventato Patrimonio dell'Umanità UNESCO, per la sua unicità della sua architettura.

Foto da National Geographic
Da un punto di vista architettonico la città storica si presenta come un'insieme di costruzioni molto fitto, bianche, collegate tra loro da cunicoli e passaggi coperti (per consentire di spostarsi anche durante la calura diurna), che fanno immaginare la grandiosità del passato. Disseminata di palme da datteri (durante la cui raccolta si celebra anche un importante festival) la città ha avuto, soprattutto nel corso del Novecento, un notevole sviluppo creando una vera e propria "periferia".
La sua posizione strategica di confine, oggi la rendono molto vulnerabile ai commerci illegali e al passaggio di uomini in fuga verso il Mediterraneo.

Ecco alcune belle immagini di Ghadames nel sito di Paolo Cason

Vai alla pagina di Sancara sui Patrimoni dell'Umanità in Africa

Nessun commento:

Posta un commento