mercoledì 14 novembre 2012

Rinoceronte nero, a critico rischio di estinzione

Il Rinoceronte Nero (Diceros bicornis) è originario dell'Africa centro-orientale e, a dispetto del nome, è di colore grigio e non è facilmente distinguibile, dal colore, dal suo stretto parente, il Rinoceronte Bianco.
Il Rinoceronte è un'icona africana, come gli altri animali appartenenti al gruppo dei "big five" (leone, leopardo, elefante e bufalo).
Complessivamente (sono quattro le sottospecie) il Rinoceronte Nero è stato, a partire dal 1996, classificato dall'IUCN (il massimo organismo mondiale per la conservazione della natura) tra le specie a critico rischio di estinzione. Infatti, nel 1995 furono censiti nel continente 2410 rinoceronti neri (ovvero il 97,6% in meno rispetto alle due generazioni precedenti). Nel 2010, anche a seguito di alcuni programmi di conservazione, il numero è aumentato a 4880 esemplari. E' da notare che secondo alcuni studi i rinoceronti neri erano all'inizio del secolo scorso oltre 850 mila e nel 1960 circa 100 mila. Resta però una situazione difficile a causa del bracconaggio il quale stermina questi animali per utilizzarne i corni. I corni di rinoceronti sono usati nella medicina tradizionale cinese e similmente all'avorio per ricavarne oggetti ornamentali. Negli ultimi decenni si è diffusa la credenza (non supportata scientificamente) di un'azione antitumorale della polvere dei corni, la quale ha fatto aumentare il mercato illegale.
Erano 4 le sottospecie di rinoceronte nero, che si differenziano essenzialmente dalla forma e dimensione del corno oltre che dal labbro, una di esse si è recentemente estinta.
Da Wikipedia (marrone=nativo, rosa=reintrodotto, nero=estinto)
La più numerosa è la sottospecie del Rinceronte Nero Centro-Meridionale (Diceros bicornis minor) che sebbene classificata come criticamente a rischio estinzione, è in lento e leggero aumento di popolazione. Infatti nel 1950 si contavano 1300 esemplari, alla fine del 2010 sono stati censiti 1684 individui. Un tempo l'habit si estendeva dalla Tanzania alla Namibia, oggi vive in Sudafrica e Zimbabwe, con qualche elemento in Swaziland e Tanzania. 
Un'altra sottoscepecie è il Rinoceronte Nero Sud-Occidentale (Diceros bicornis bicornis) è l'unico della famiglia classificato dall'IUCN come vulnerabile, poichè il suo numero, dopo aver toccato gli 890 esemplari nel 1995 è oggi giunto a 1920 ed è stato reintrodotto, con successo in Sudafrica. La maggioranza degli esemplari vive oggi in Namibia.
Il Rinoceronte Nero Orientale (Diceros bicornis michaeli) è invece il più raro della famiglia. Sono stimati circa 740 esemplari (in Tanzania e Sudafrica), sicuramente in aumento rispetto ai 498 del 2001. E' una specie a critico rischio di estinzione.
Lo scempio..... dalla rete
Infine, è stata dichiarata estinta "sperimentalmente" l'8 luglio 2006, la sottospecie di Rinoceronte Nero Occidentale (Diceros bicornis longipes). Gli ultimi esemplari erano presenti in Camerun, ma dopo aver sperato per lungo tempo (nel 2000 erano stati contati 10 esemplari) che qualche esemplare si fosse salvato (da cui la prima definizione di sperimentale), nel novembre 2011, ci si è dovuti arrendere all'evidenza: il rinoceronte nero era sparito dall'Africa occidentale. 

L'avidità umana, che trova in questo caso declinazione con il bracconaggio illegale, assieme alla difficoltà di contrastare sul campo e legalmente questo scempio, ha privato l'umanità di una specie animale sopravvissuta per millenni (la sua struttura è decisamente antica) e che, con la sua gigantesca mole, occupava gran parte delle savane dell'Africa centro-occidentale.

Ecco la scheda della Lista Rossa dell'IUCN del Rinoceronte Nero
Ecco la pagina dell'International Rhino Foundation
Ecco il Rapporto Annuale 2011 sulla situazione dei Rinoceronti nel Mondo
Ecco la pagina dell'African Rhino Project, per la conservazione di questi animali
Foto del rinoceronte nero su ARKive

Vai alla pagina di Sancara sugli Animali d'Africa

2 commenti:

shaving mirrors ha detto...

Hey, How are going on?

Nice post. These tips are very useful especially to those who want to avail in this topic. This is very nice post! I will bookmark this blog.In the company section Malwarebytes has designed the items as per the needs of the section. As the needs of method and small companies (SMBs) are different from the huge companies, hence they have released items as per the need. They provide the Anti - Viruses foundation with 1-99 permits, preferably best for the needs of SMBs. This is suitable with all recognized Malwarebytes review. It has many innovative functions not available in the Home inclusion to match the needs of SMBs so as to give fantastic rights to details of other important company details from strike of any malware.

Thank You Very Much For Make That Awesome & Awesome Content.

Ipagereview ha detto...

Good post ! Its nice to see..

Posta un commento