venerdì 7 settembre 2012

Save The Children (1919)

Save The Children è un'organizzazaione nata a Londra il 19 maggio 1919 con lo scopo di tutelare i minori. La sua origine si deve ad un'infermiera volontaria, Englantyne Jebb, che intendeva alleviare le sofferenze dei bambini europei al finire della Prima Guerra Mondiale.
La Jebb nella sua azione mise al centro i bambini, come titolari di diritti - concetto del tutto rivoluzionario all'epoca - e nel 1923 scrisse la prima Carta dei Diritti del Bambino, adottata successivamente dalle Nazioni Uniti e che in parte ispirò l'attuale Convenzione ONU sui Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza (ratificata dal mondo intero ad eccezione di Stati Uniti e Somalia).
Il primo vero intervento di Save The Children fu durante la carestia che si abbattè in Russia nel 1921, quando fu in grado di sfamare oltre 650 mila bambini.
La fondatrice Englantyne Jebb (dal sito STS)
L'azione dell'organizzazione è incentrata sull'attenzione ai bambini in risposte ad emergenze (naturali o "umane") e all'educazione e alla protezione dagli abusi e dallo sfruttamento dei bambini. La sua azione si svolge all'insegna dell'indipendenza, della laicità e della internazionalità.
Oggi Save The Children ha sedi in 30 paesi del mondo (in Italia dal 1998) opera in circa 120 paesi, ed impiega oltre 14 mila persone. La sede principale è a Londra.
L'organizzazione è riuscita nel corso del 2011 a raccogliere circa 1,6 miliardi di dollari (il 46% dai governi, il 28% da donazioni private, il 22% da fondazioni e organizzazioni e il 4% da altro). L'81% dei fondi raccolti vengono investiti nei progetti (il 37% dei quali sono in Africa).

L'organizzazione è divenuta da tempo un punto di riferimento mondiale sulla condizione dell'infanzia e sulle politiche ad essa dedicate.

Save the Children è guidata oggi da un Consiglio Internazionale (in cui siedono i presidenti di alcune delle 30 sedi territoriali, tra cui quella italiana) retto dall'inglese (con passaporto svizzero) Jasmine Whitbread (che proviene da un'esperienza decennale con Oxfam).

Save The Children Italia è guidata invece da Claudio Tesauro, avvocato e socio fondatore dello studio Bonelli Erede Pappalardo, nipote dell'ex rettore dell'Università Federico II di Napoli dove si è laureato. Il direttore, dal 2006,  è Valerio Neri già direttore del WWF Italia, poi di Telefono Azzurro e infine dell'ATAC di Roma (azienda pubblica del trasporto). Nel Consiglio di Amministrazione siedono "la crema" del managment italiano, espressione di alcuni dei maggiori gruppi industriali e della finanza italiani: Marco De Benedetti (figlio di Carlo e manager della Olivetti), Maria Patrizia Grieco (Amministratore Delegato di Olivetti), Andrea Guerra (Amministratore Delegato di Luxottica), Vittorio Meloni (manager di Banca Intesa San Paolo), Monica Mondardini (Amministratore Delegato del Gruppo L'Espresso), Silvio Ursini (manager di Bulgari) e Vito Varvaro (Presidente dell'Azienda Vinicola Planeta), tanto per citarne alcuni.

Insomma l'Italia bene che fa beneficienza........

Sito ufficiale di Save The Children 
Sito ufficiale di Save The Children Italia 
Vai alla pagina di Sancara su Organizzazioni non Governative che operano in Africa

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento