venerdì 26 ottobre 2012

La cerimonia Gelede delle maschere

Foto dal sito UNESCO
Tra gli Yuruba della Nigeria (e in parte del Benin e in Togo) annualmente si svolge la celebrazione denominata Gelede, una festa mascherata che celebra la fine della stagione secca (tra marzo e maggio) e l'arrivo delle piogge. Le maschere Gelede, che prendono il  nome da una società segreta (che aveva il compito di tutelare la salute della comunità), sono un patrimonio ancestrale della cultura yuruba. Esse sono custodite in luoghi ritenuti sacri e mantenute in attesa di essere usate per dare forza alle "preghiere" della gente che accorre in massa (infatti le maschere vengono utilizzate anche in caso di gravi problemi come le epidemie al fine di favorire il benessere della comunità). Altre maschere vengono costruite di anno in anno. La cerimonia è dedicata "alla madre" intesa come "elemento vitale primordiale da cui tutto ha origine"; le maschere, femminili, sono indossate dagli uomini. Alcuni studi segnalano come all'origine, il XVIII secolo, le maschere fossero indossate dagli uomini e questo elemento sembra essere originato dalla trasformazione della società da un modello matriarcale ad uno patriarcale. Le feste sono accompagnate da musiche, canti e danze.

Le maschere, in legno, hanno diverse forme e colori, ispirate al volto umano senza i fori per gli occhi e possono avere ornamenti, anche molto vistori, di vario genere.
Nel 2005 il rito tradizione delle Gelede è stato inserito (nella lista a partire dal 2008) tra i Patrimoni Immateriali dell'Umanità, tuteli dall'UNESCO,al fine di tutelarne gli  aspetti tradizionali. Nel programma di salvaguardia sono compresi campagne atte a sensibilizzare le popolazioni sulla necessità di tutelare le antiche tradizioni, seminari e workshops dedicati ai giovani, studi delle coreografie, sulle tecniche costruttive di maschere e dei costumi e la conservazione della documentazione e dei materiali su questo tema. Il governo del Benin ha anche dato vita ad una Casa Internazionale del Gelede. Questi interventi sembrano aver ridato fiato alle celebrazioni.

<iframe width="420" height="315" src="http://www.youtube.com/embed/ycSMt0bjE1c" frameborder="0" allowfullscreen></iframe>

Oggi molte maschere Gelede sono custodite nei musei di arte africane di mezzo mondo, tra cui al British Museum o la Metropolitan Museum.

Vi segnalo, per chi ha voglia di approfondire, anche questo post sul tema dal blog Jambo Africa oppure dal blog Transafrica questo altro post.

Vai alla pagina di Sancara sui Patrimoni Immateriali dell'Umanità in Africa

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento