lunedì 9 luglio 2012

Da oggi l'UNESCO decide sulle nuove Riserve della Biosfera

L'area del Ferlo, in Senegal (foto dalla rete)
Inizierà stamane a Parigi la 23° Sessione del Coordinamento del Consiglio del Programma Man and Biosphere, l'organismo designato a tutelare, promuovere e includere in una speciale lista le Riserve della Biosfera del Mondo
La Riserve della Biosfera sono ecosistemi del pianeta in cui si associa la conservazione della biodiversità con lo sfruttamento sostenibile, da parte delle popolazioni locali, delle risorse presenti.
Il Meeting si chiuderà il 13 luglio. Sancara ha dedicato un'apposita pagina alle Riserve della Biosfera dell'Africa, che sono oggi 74 distribuite in 33 paesi. 
Nel Mondo sono complessivamente 580 le Riserve della Biosfera, in 114 paesi.
Sono complessivamente 27 le candidature per il 2012 (4 africane), mentre 4 sono le richieste di estensione di Riserve della Biosfera già inserite nella lista.

Al consiglio arriveranno 15 proposte raccomandate dalla commissione che ha preparato l'istruttoria, di queste quindici, 3 sono Africane.
Esse sono:

- La foresta di Sheka in Etiopia, una straordinaria foresta tropicale di oltre 238 mila ettari, tutelata dalle popolazioni locali;
- L'isola di Principe, a Sao Tomè e Principe, l'isola vulcanica dell'arcipelago;
- La zona semi-arida del Ferlo nel nord del Senegal, oltre 2 milioni di ettari di area predesertica ancora interessata dall'allevamento.

Vi sono altre 6 proposte che pura vendo un parere favorevole della Commissione, necessitano di ulteriori indagini.

Vi sono poi altre 5 proposte che la commissione ha deciso di rinviare, tra cui un sito africano. Si tratta dell'area del fiume Gouritz in Sudafrica, che la commissione ritiene ancora "immatura" per lo scarso coinvolgimento della popolazione locale e degli istituti di ricerca.

Infine, vi è un sito spagnolo, che la commissione ha decisamente bocciato.



Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento