mercoledì 20 luglio 2011

Musica: Geoffery Oryema

Geoffery Oryema è un cantante e chitarrista ugandese. Nato a Soroti il 16 aprile del 1953, di etnia Acholi. Il padre di Geoffery, Erinayo Wilson Oryema fu il primo ispettore generale di Polizia dell'Uganda e nel 1971, quando Idi Amin prese il potere, fu nominato Ministro della Terra, delle Miniere e delle Risorse Idriche. Era ancora nelle sue funzioni di Ministro, quando il 16 febbraio 1977 fu arrestato assieme all'arcivescovo Janani Luwum e al Ministro degli Interni Charles Ofumbi. Accusati di essere al servizio del presidente deposto Milton Obote e di preparare un golpe, furono torturati e giustiziati il giorno seguente (ufficialmente per il governo morirono in un'incidente d'auto). Geoffery fu costretto a scappare dal paese (aveva 24 anni) con una rocambolesca fuga in auto.
Andò a vivere definitivamente in Francia, a Parigi (già da tempo faceva frequenti spostamneti a Parigi) che divenne la sua terra di adozione. In Francia la sua formazione fu legata al teatro (Accedemia di Arte Drammatica e il "Theatre Limited"), alla musica (la Circus Company della figlia di Chaplin, Victoria), la musica tradizione ugandese e il karate shotokan. Già da anni scriveva testi teatrali, tra cui uno "The Reign of Terror", sulle atrocità di Idi Amin in Uganda.
Negli anni '80, per mantenersi, lavorò come tecnico del computer presso The International Herald Tribune.
Venne in contatto con il WOMAD (World of Music Art and Dance) di Peter Gabriel e nel 1990, Brian Eno produsse il suo primo album Exile.



Un brano di quel disco, Yè Yè Yè (nel video), raggiunse il successo (che gli valse poi un disco d'oro) perchè scelto da un noto talk show francese. Da allora la sua carriera ebbe un percorso in discesa. Invitato da Peter Gabriel partecipò al grande concerto per la liberazione di Nelson Mandela, assieme ai più grandi artisti africani e internazionali.
Innumerevoli furono poi le collaborazioni con artisti francesi, tra cui la colonna sonora del film di Hervè Palud Un indiano in città (1994), poi con artisti russi e infine con i maggiori artisti africani, partecipando al Live 8 Africa Calling.
La sua intensa e qualitativa attività gli è valsa, nel 2000 la legione d'onore francese per l'arte.
Nel corso della sua carriera ha partecipato a numerose raccolte di fondi per progetti approntati e sostenuti da organismi internazionali sull'Africa e in particolare per la lotta contro i bambini soldato.
Canta in acholi e swahili, oltre che in francese e in inglese.

Ecco il sito ufficiale di Geoffery Oryema su cui è possibile approfondire la sua biografia e la sua arte.

Vai alla pagina di Sancara sulla Musica dall'Africa

2 commenti:

rossorosso ha detto...

Come al solito, grazie.....Riesci sempre ad interessarmi e a farmi ricordare.....Ciaooooooooooooooo

Gianfranco Della Valle ha detto...

Ciao a te, e grazie.
Gianfranco

Posta un commento

Posta un commento